Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

PIETRO PARADISO STILISTA GIOIESE IN RAI CON “I FATTI VOSTRI”-foto

pietro paradiso a i fatti vostri rai2

pietro paradiso a i fatti vostri rai2 Lo stilista gioiese Pietro Paradiso dopo essere stato ospite mercoledì 6 aprile della rubrica “Moda di moda” condotta da Stefano Dominella nella fortunata trasmissione televisiva di RAI 2 “I fatti vostri”, oggi - nella giornata di performance artistiche che suggeriscono mode e stili per valorizzare la personalità della donna - è tra i cinque creativi pugliesi che animano gli spazi di “MUIMART” a Lecce.

Ad accoglierlo negli studi RAI insieme al conduttore, la bella Adriana Volpe, affascinata e commossa dal messaggio racchiuso nelle opere indossate da Silvia Sera, Yanet Carvajal e Federica Ceracchi - autentiche “affermazioni” di bellezza -, dall’eticità presente nei tessuti espressione ed essenza di mediterraneità e dalla personalità di Pietro, perfettamente a suo agio anche sotto i riflettori televisivi.

Il pietro paradiso a i fatti vostri rai2primo abito con frange di ginestra spontanea della Calabria, indossato a piedi nudi da Federica Ceracchi, conquista nella sua raffinata semplicità pubblico e spettatori... Il secondo - una semplicissima tunica corta in seta dorata - è impreziosito dal kilim indossato sul capo, come stola ed infine poggiato a terra per assolvere alla funzione di tempio di preghiera. Tra i gioielli etnici progettati da Pietro Paradiso, realizzati da Giulio Cerqua e indossati dalla modella color ebano: perle che custodiscono l’olio di Puglia, seta color arancio e le radici di ulivo “uccise” dalla xylella, tornate a vivere…

L'ultimo pezzo indossato è un abito da sposa in Shantung di seta pura confezionato in stile orientale, ovvero con tre quadrati, avvolti come shari e sostenuti da un’unica cintura in cotone su cui sono incise alcune “affermazioni” di Francesco Zizzi.

La fede è anch’essa simbolo di Puglia, un gioiello in oro e radice di ulivo salentino, a settanta anni vittima della xylella e della stoltezza umana, tornato a vivere di nuovo e “per sempre” in una storia d’amore.

Il tocco di classe e originalità che commuove Adriana Volpe è il lacrimatoio, un foulard di seta “pensato” per raccogliere le lacrime di emozione di un giorno importante come quello del matrimonio. Su di esso queste parole: “Esiste una dolce essenza generata dalla tua anima quando scelgo l’amore: sono le mie lacrime!”pietro paradiso a i fatti vostri rai2

Francesco Zizzi compone affermazioni per consentire alle clienti di personalizzare attraverso il capo scelto, anche lo stato d’animo del momento, un messaggio che da subliminale diviene “moda” ed apre squarci nell’anima attraverso cui “l’olio” della tristezza, del risentimento, di quella negatività che talvolta si insinua nelle pieghe dell’anima a tradimento, trabocchi per lasciare spazio alla linfa del benessere, della serenità. Parole che saranno tradotte in inglese, francese, cinese, spagnolo ed accompagneranno “Alchimie saracene” in luoghi di magia, immersi nella natura o sulle passerelle dei più prestigiosi contesti di moda. Stilemi che comporranno stati d’animo da condividere e scorreranno su seta, fodere, cinture, cappelli, gioielli, perché attraverso di esse si possa comunicare emozioni.

Tanti i progetti in cantiere, da che i suoi abiti oltre a “raccontare” se stessi e chi li indossa attraverso il taglio, il tessuto ed il colore, ne esplicitano “l’anima” attraverso le poetiche e profetiche affermazioni scaturite dal pensiero di Francescopietro paradiso e francesco zizzi Zizzi, ricercatore in Antropologia Personalistica Esistenziale.

Lo studioso attraverso il significato semantico delle parole costruisce percorsi dello spirito che attraversano “Alchimie saracene” ed ineludibilmente si amalgamano alla loro essenza, rendendo il progetto dello stilista gioiese assolutamente unico e vincente.

Ed ecco che “il verbo” torna ad impreziosire e vestire non solo il corpo ma anche l’anima, un feeling che lo stilista gioiese vive da sempre con l’Oriente e nasce da lontano, da quando in Turchia, innamoratosi delle geometrie e della corposa setosità dei kilim, decide di trasformare questi capolavori d’arte in capi ed accessori di alta moda personalizzati singolarmente.

Non a caso quello che disegna e realizza è un “Abito per l’Anima”, a dirla con le parole dello stilista: “Mi prenderò cura del privilegio di essere nel tuo cuore. /Mi prenderò cura di proteggere questo cuore/ Che mi hai affidato./ Un privilegio non è scontato, non è per tutti. /Essere scelti... è un privilegio /Amare quel privilegio... è un’amorevole responsabilità.”

La performance di Pietro inizia dall’8° minuto:

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI