Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

VIA LIBERA AL COLLEGAMENTO AUTOSTRADALE GIOIA-MATERA

autostrada-1

Sassi di Matera Lo sostiene il sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri in riferimento all'incontro che si è svolto nei giorni scorsi, presso il Ministero delle Infrastrutture, aggiungendo: "E' utile ricordare che il collegamento mediano Murgia-Pollino venne dichiarato strategico e di preminente interesse nazionale con delibera Cipe n.121 del 2001 e venne inserito tra gli interventi previsti dalla delibera Cipe n.130 del 6 aprile 2006. In forza di tale riconosciuta priorità – prosegue il sindaco – venne redatto uno studio di fattibilità che consentì all'Anas di predisporre il progetto preliminare, corredato dallo studio di impatto ambientale, relativo al collegamento Gioia del Colle-Matera- Ferrandina- Pisticci- Montalbano – Valsinni – Lauria. Dopo tale impennata di interesse, certificato dall'approvazione in linea tecnica del progetto da parte del Consiglio di amministrazione dell'Anas nel 2008, la questione è rimasta inspiegabilmente ferma e insoluta.

Solo di recente – aggiuMatera-Gioia-del-Collenge il sindaco – su impulso del vice ministro on. Riccardo Nencini, proprio per rompere l'isolamento della città di Matera per l'acquisito ruolo di Capitale europea della Cultura nel 2019, è stata riproposta con forza la indispensabilità di tale collegamento strategico. Per tale ragione la notifica ufficiale dell'avvio della procedura di valutazione per la localizzazione urbanistica e dichiarazione di pubblica utilità del tratto mediano Ferrandina-Matera-Gioia dell'asse Murgia-Pollino, rappresenta un essenziale elemento di rottura dalle passate inerzie e distrazioni.

Nel lungo, positivo rapporto avuto con il Ministero, il Comune di Matera ha registrato la totale disponibilità dei rappresentanti di Governo sia per rilanciare la strategica proposta viaria sia per reperire le necessarie risorse per la realizzazione di tale essenziale collegamento che, come a suo tempo previsto, “rappresenterà un'arteria strategica per attrarre in Basilicata il flusso dei visitatori che percorrono la A14 o che risiedono nella affermata area turistica sud barese. E che consentirà: a) di innestarsi, in meno di un quarto d'ora di percorrenza alla autostrada A14 – casello autostradale di Gioia del Colle nella dorsale Bologna-Taranto, alla Basentana - corridoio strategico regionale- e alla Valle del Basento; b) di raggiungere in meno di 45 minuti l'aeroporto Bari-Palese e il porto di Taranto; c) di raccordare con un asse diretto le aree produttive dell'area di Matera - Valle del Basento, La Martella, Venusio, Jesce - che vanno ammodernatbasentanae e meglio servite; d) di collegare tre affermati comprensori turistici - Valle d'Itria, Matera e Metapontino) e le vivacità economiche delle città del sud-barese").

E' un successo – conclude il sindaco – che va ascritto all'impegno del vice Ministro Riccardo Nencini, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio on. Claudio De Vincenti e al presidente della Regione Basilicata. Marcello Pittella".

Sulla vicenda è intervenuto anche l'assessore comunale alla Mobilità, Valeriano Delicio che ha aggiunto: "Si riattiva un procedimento per la soluzione della vicenda e si apre un tavolo di confronto che porterà alla adeguata copertura finanziaria e alla realizzazione delle opere. Matera potrà, dunque, essere accessibile in modo adeguato".

(fonte: materalife) 

Commenti  

 
#6 lassandro 2016-08-16 10:59
finalmente, Bari e i suoi paesoni non avranno più difficoltà a raggiungere comodamente il Pollino e la Calabria
 
 
#5 lassandro 2016-08-16 10:55
finalmente,Bari con i suoi paesoni non avrà più grande difficoltà a raggiungere il Pollino e la Calabria
 
 
#4 Pid 2016-03-28 10:40
Cara redazione,
L' autostrada a14 e' gia' una desolazione,
Tranne i periodi estivi e'sempre deserta.
Il turista che arriva in aereo vuole un motivo per restare in un luogo non una strada per scappare il prima possibile.
Una mostra, una via ciclabile attrezzata,un castello ben promosso e contestualizzato attirano più di strade, autostrade, super strade che distruggono un paesaggio già mortificato da opere incompiute o girandole giganti. Ciao
 
 
#3 Pid 2016-03-27 11:56
Mentre il turismo mondiale cerca il paesaggio e lo slow food noi continuamo a pensare che fare più strade favorisce gli arrivi. Forse sarebbe meglio ripristinare la linea ferroviaria

La Redazione
E perchè non entrambe visto che i presupposti logistici già ci sono?
Buona giornata a tutti.
 
 
#2 Fabio 2016-03-26 19:03
Mi preoccupano solo i tempi, quasi impossibile realizzare lopera in tempo per il 2019, in ogni caso in bocca al lupo.
 
 
#1 Cataldo Recchia 2016-03-26 17:14
sono contento
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI