Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

UTE. TUTTO ESAURITO PER LO SPETTACOLO DI MAURIZIO VACCA

il giorno della memoria ute

il giorno della memoria ute Anche quest’anno l’Università della Terza Età di Gioia del Colle ha richiamato l’attenzione di tutti il giorno della memoria, il 27 gennaio scorso, partendo dal ricordo dell’abbattimento dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz fino agli ultimi olocausti perpetrati dai sistemi politici e pseudo religiosi fondamentalisti. Intense le parole della Presidente Giovanna Viterbo, che hanno condotto alla riflessione su temi scottanti perché ci riguardano da vicino, in quanto ancora oggi vittime e artefici di genocidi ingiusti, ingiustificati e folli.

Ecco che ognuno è chiamato ad aprire la propria coscienza, il proprio cuore e metterlo in sintonia dell’altro per non permettere che ciò che avvenne tra il 1939 e il 1945 e ciò che gli ultimi attacchi terroristici hanno prodotto qualche mese fa, continui ad accadere. Lo spettacolo diventi strumento di riflessione e quindi di unione -ricalca la presidente- sempre vicina a tematiche quali la solidarietà, la cooperazione e la condivisione di cui l’U.T.E. è da quattordici anni volontariamente promotrice. Lo spettacolo cil giorno della memoria utehiamato “Train de vie… in viaggio per non dimenticare” tratto dal film “Train de vie- un treno per vivere” (1999) di Radu Mihăileanu e riadattato testualmente e diretto dal regista e attore gioiese Maurizio Vacca, racconta la storia di un villaggio ebraico avvertito dal pazzo del piccolo paesino sui prossimi attacchi dei nazisti ormai vicini e pronti a condurre tutti gli ebrei nei campi di concentramento. Dopo una riunione si decide di partire per la Palestina, la terra promessa che significa per loro libertà, guidati da un concittadino mascherato da nazista, sicuri di poter imbrogliare i tedeschi ed esseri liberi. Tanti personaggi avvolti nelle loro storie fotografano sentimenti e sogni di ciascuno: l’attesa, la speranza, la condivisione, l’amore, l’amicizia ma anche l’incomprensione, la stanchezza, l’ansia e la paura. Una donna scrive lettere infinite per un amato in attesa che vengano lette e condivise lungo i chilometri che ancora separano questo amore, un uomo anziano stanco di lottare bestemmia disperato; ma fra tutti il pazzo che riesce tra tenerezza e delicata stravaganza a donare parole di conforto e speranza ai suoi il giorno della memoria utecompagni di viaggio. Dalle immagini proiettate si comprende che mentre sono in viaggio, il villaggio viene incendiato, poi fermati dai nazisti riescono a proseguire il cammino per giungere alla “Terra Promessa”. In realtà tutto inizia - il verde del prato, l’azzurro del cielo, le case colorate come un cartone animato- e termina in un sogno. Il sogno di un folle che per un attimo, la durata di un sogno, ha pensato di volare lungo il sentiero di un’utopica libertà.

La sensibilità artistica di Maurizio Vacca nel tessere ancora una volta uno spettacolo magistralmente curato dalle scenografie alle luci, dai dialoghi ai movimenti del corpo degli attori, ne è stata confermata dall’ovazione e dalla presenza del pubblico che ha segnato il “tutto esaurito” in entrambi le serate – 27 e 28 gennaio – previste per la rappresentazione teatrale. Bravissimi tutti gli attori che hanno interpretato tutti i ruoli e che ora giustamente vogliamo ricordare: Rosa Andresini, Rocco Antonicelli, Mariella Cacciapaglia, Nicola Capurso, Mimmo Castellaneta, Tonia Ciarelli, Elena Colapinto, Piero De Biase, Franco Fasano, Ottavio Pastore, Teresa Quattromini, Enza Quieto. Le scene e i costumi sono stati realizzati durante i laboratori dell’U.T.E..

Commenti  

 
#1 italiano 2016-02-05 11:22
Sono delle ottime iniziative che valorizzano le persone che si impegnano e non poco in queste rappresentazioni.non ultimo le sei serate da tutto esaurito del gruppo teatrale della Parrocchia Immacolata che ogni anno riesce a donare un sorriso ad un pubblico sempre più numeroso.Complimenti a queste compagnie o gruppi continuate così almeno Gioia avrà qualcosa di cui vantarsi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI