Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

“SAVE THE XMAS” IN VIA ROMA CON I RAGAZZI CASA DI S. VITO-foto

addobbi ragazzi san vito in via roma

addobbi ragazzi san vito in via roma Sono in cinque ad aver compiuto la scelta più difficile e coraggiosa: intraprendere un percorso di completa integrazione autosostenendosi e non più contando sugli aiuti stanziati dalla Prefettura, con accanto gli amici di sempre… Tra di loro Giuseppe Procino, Maidy Prieto, Antonio Milano, Giovanna Magistro e dietro le quinte l’intera squadra di Accoglienza Responsabile.

Ed è così che il 19 dicembre, in un sabato più primaverile che natalizio, sono tutti in via Roma ed a sorpresa ecco giungere degli inaspettati aiutanti: alcuni alunni della Mazzini intercettati con la loro maestra Dina Gatti poco prima del rientro in aula.

Sono loro a dipingere le bandierine appese all’albererello posto all’ingresso di via Roma, addobbato con palline donate da Filippo Cazzolla e fili d'argento acquistati dall’Altra Meta e Meters (ovvero dagli stessi amici di cui prima) per decorare via Roma. Tra le decorazioni più creative, alberelli costruiti con grucceaddobbi ragazzi san vito in via roma metalliche, già pronti per essere appesi, anch’essi decorati e molto allegri.

Le luci le ha fornite la Spes, che ha anche fatto appendere gli alberelli ed allestito l’albero in piazza, noi abbiamo comprato a nostre spese gli addobbi e abbiamo confezionato gli alberelli!” dichiara Maidy mentre sostiene una bandierina di compensato pericolosamente in bilico tra le mani di un alunno che tenta di firmarla, pronta a sporcare sciarpe e giubbini.

Antonio Milano sovrintende i lavori e dispensa consigli, mentre i ragazzi della Casa di San Vito completano gli ultimi alberelli.

Una mattinata vissuta all’insegna dell’amicizia e del voler condividere una festa, il Natale, non solo tra quattro mura o in chiesa, ma con la città e in quei luoghi che hanno visto sbocciare timidi sorrisi, immortalati dagli splendidi scatti di Mimmo Ricatti in un altro freddo e innevato Natale.

Un messaggio di speranza è racchiuso nelle registrazioni emozionate ed emozionanti di Giuseppe Procino, regista dell’evento.

Un altro alberello viene allestito di fronte alla stazione, al cospetto di una fontana insolitamente pulita… il terzo, in Piazza Dalla Chiesa, verrà saccheggiato ed ora non ha più le sue palline.

Nel giardinetto di fronte alla stazione è inoltre stato allestito il 23 dicembre un presepe a firma di Filippo Linzalata, una capanna in assi di compensato, di grandi dimensiaddobbi ragazzi san vito in via romaoni con su dipinta la natività, una installazione particolarmente evocativa, a conferma dell’urgenza di “sentire” il Natale insieme e renderlo accogliente per tutti coloro che transitano nella zona.

Il presepe viene “annunciato” da questa bella citazione di Johann Wolfgang von Goethe:"C'è una verità elementare, la cui ignoranza uccide innumerevoli idee e splendidi piani: nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove. Infinite cose accadono per aiutarlo, cose che altrimenti mai sarebbero avvenute... Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala. L'audacia ha in sè genio, potere, magia. Incomincia adesso."

Un messaggio che le tre associazioni condividono e che è ben sintetizzato nelle parole di Giovanna Magistro: “Ci sono storie possibili che segnano il confine tra fare e non fare e ragazzi speciali che hanno vissuto partenze, arrivi, permanenze ed oggi sono qui, e si sentono davvero parte della comunità, tanto da voler contribuire in prima persona e dare un senso al Natale.”

Maidy Prieto ringrazia infine Angela Falcone della Lavanderia in via Carducci, il Comune, la Spes e tutti coloro che hanno contribuito a rendere questo Natale, simbolo di pace e accoglienza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI