Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

FRANCESCO DONGIOVANNI PREMIATO A TEHERAN CON “GIANO”

giano ciak

Francesco Dongiovanni Dopo “Anapeson”, ultimo cortometraggio scritto a quattro mani da Francesco Dongiovanni e Marco Cardetta, prodotto dalla Murex Production e dall’Apulia Film Commission, presentato dal 20 al 28 novembre in prima assoluta alla 33° edizione del Torino Film Festival - film breve di cui abbiamo scritto il 12 novembre scorso nel numero 43 de “La voce del paese” -, ecco giungere un altro prestigioso riconoscimento per il regista gioiese, anch'esso anticipato sul nostro giornale il 20 novembre scorso: il suo “Giano” - procinema veritèdotto nel 2014 - in concorso alla nona edizione di “Cinema Vérité; Iran International Documentary Film Festival”, evento che si è tenuto a Teheran dal 13 al 19 dicembre, ha vinto il premio speciale della Giuria nella sezione doc internazionali.

Motivazione: "The Special Jury prize , because of the radicality of an extremely personal approach to a landscape of memories goes to GIANO"giano

“Giano” uno dei 27 film scelti tra 25 nazioni, vede alla regia, al montaggio e al suono Francesco Dongiovanni, alla camera, alla fotografia e al suono Vincenzo Pastore, e Rosario Milano nelle vesti di assistente alla regia.

Le musiche che lo impreziosiscono sono composte ed eseguite da Roberto Re David.

Il cortometraggio della durata di 50 minuti è una produzione Murex realizzata con il sostegno di Bandeàpart - Laboratorio Urbano, Regione Puglia, Bollenti Spiriti, Comune di Gioia del Colle, Comune di Turi, Teatro Kismet Opera. Il regista ha anche firmato “Densamente spopolata è la felicità” e “Elegie dall’inizio del mondo - Uomini e alberi”.

 

Commenti  

 
#2 F. Giannini 2015-12-22 16:22
Grazie per aver portato in alto il nome di Gioia.
Auguroni per questo altro riconoscimento della tua professionalità e... ad maiora!
 
 
#1 sante celiberti 2015-12-22 12:47
Complimenti a Francesco e ai suoi collaboratori
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI