Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

“UN MERCATINO PER UN SORRISO” VI ASPETTA IN VIA CAVOUR-foto

un natale per un sorriso lions

un natale per un sorriso lions Giunge alla quarta edizioneUn mercatino per un sorriso”, il mercatino vintage del Lions Club “Monte Johe” pensato per raccogliere fondi e sostenere il “Natalions”.

Madrina d’eccezione la fondatrice del Club quest’anno presieduto da Maurizio Dell’Aera, Elia Longo pronta a presidiare con l’entusiasmo e l’energia di sempre insieme ad alcuni dei soci, il locale che ospita il mercatino in via Cavour, di fronte alla Chiesa di San Rocco, aperto dalle 17 alle 20.

Donare un oggetto vissuto ed amato perché possa produrre ancora gioia e stupore in chi lo riceverà in dono e in chi potrà godere - grazie alla piccola offerta devoluta - di un pacco dono di viveri acquistati nei supermercati e consegnati alle famiglie indigenti, è l’obiettivo del service che coinvolge l’intera comunità ed i soci in primis.

Molti degli oggetti provengono dalle loro case o dai negozi che hanno voluto paun natale per un sorriso lionsrtecipare all’iniziativa, capi “griffati” davvero molto belli ed accessori resi più intriganti dalle tracce “vintage”, è il caso delle borse DisEgual quel tanto vissute da risultare irresistibili. Ed ancora sciarpe, cinture e bigiotteria di ottima fattura, con alcuni pezzi provenienti da esotici paesi visitati dai soci e dai loro amici.

E’ presente anche una vasta gamma di oggetti di varia “età” ed uso, ceramiche, occhiali da sole di marca, tutti molto interessanti posti in vetrina e persino scarpe nuove, mai usate, anch’esse recuperate dal disuso e donate per essere “vissute” come dono.

L’invito rivolto da Elia a sostegno dell’iniziativa tocca il cuore: “Tutti abbiamo tutto, anche più del necessario… scegliere un oggetto del nostro mercatino come dono consente di risparmiare davvero molto, facendo anche bella figura, tenendo conto della qualità dei capi, alcuni confezionati a mano nelle più prestigiose sartorie di Bari o di boutique. Anche portarci un bijou che non si usa più, accessori o altro per arricchire l’offerta del nostro mercatino è “donare un sorriso” nella consapevolezza che tutto quel che raccoglieremo diverrà “cibo” per famiglie in difficoltà e nulla andrà perso. Rivolgo a tutti l’invito a visitarci, siamo di fronte alla Chiesa di San Rocco. Buon Natale!”

Quel che Elia tace, è di aver di suo contribuito in prima persona con delle offerte per “vestire” una giovane mendicante e la sua mamma, entrambe infreddolite con nulla addosso per ripararsi dal freddo. Un evangelico “dividere il mantello di San Martino” che oggi più che mai va rivissuto per recuperare la dimensione umana e sociale della solidarietà: tendere la mano e condividere la gioia del dono!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI