Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

I “DESTINI” DI MARTINO SGOBBA A GIOIA A “LA LIBRELLULA”

martino sgobba

martino-sgobba “Questa sera, giovedì 17 dicembre, alle ore 18:30, nel salotto della libreria La libellula, Il Presidio del Libro di Gioia del Colle incontrerà Martino Sgobba, autore di Destini (Robin ed. 2015), raccolta di racconti con protagonisti uomini e donne alle prese con storie molto diverse narrate con incisività e sapienza letteraria. Dialogherà con l’autore Orietta Limitone, responsabile del Presidio del Libro di Gioia del Colle.

La serata sarà occasione di battezzare il Presidio del Libro cittadino col nome di Presidio Illiria in omaggio all'antica popolazione balcanica degli Illiri che, nel passato più remoto, ha abitato la nostra Puglia, testimoniando che i movimenti migratori, ieri come oggi, definiscono la storia dell'umanità. Il nome del Presidio è anche quello di  una neonata Associazione Culturale nata per accompagnarne e sostenerne le attività.

Dalla quarta di copemartino sgobbartina:

«Sette racconti molto differenti fra loro, per tematiche, contesti, complessità culturale. Eppure l’avvocato di successo, il nano con prestigio sociale, l’attrice famosa, l’uomo senza radici, l’ex terrorista, l’anziana signora di popolo e gli altri protagonisti delle storie sono legati da un fil rouge che li offre al lettore come artefici dei loro destini. 

Destini aperti a ogni possibilità, non scritti una volta per sempre, ma risultanti da lontani e talvolta casuali incontri, da intrusioni nella vita altrui per solidale curiosità, da tentativi di riallacciare rapporti, da volontà di sperimentare i linguaggi che generano e limitano il mondo. Ogni personaggio interpreta la sua parte nella relazione con gli altri e giunge a un esito che può essere avvertito come un destino, ma soltanto perché non contraddice l’intima natura di chi ha partecipato al gioco del reciproco riconoscimento. Ciò vale anche quando il racconto ruota intorno a un oggetto, un bicchiere che si trova in una sorprendente e inquietante condizione simile a quella umana, provando il fascino e l’angoscia di poter esistere come gli uomini.

I pensieri e i corpi si intersecano in vari modi: con gesti di silenziosa pietà, in un abbraccio finalmente libero da incertezze o tragicamente intrappolati in un’ambiguità esistenziale ed espressiva.

Le parole mostrano i protagonisti, aiutandoli a presentarsi nella scrittura come persone in carne e ossa, con i loro passi che offrono tracce per una problematica comprensione.»

Evento promosso dall’ Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia in collaborazione con l’Associazione Presìdi del Libro”.

Orietta Limitone- Responsabile Presidio Illiria

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI