Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

MASSICCIA ADESIONE 2° SCREENING CENTRO DI ASCOLTO

SCREENING GRATUITO CENTRO DI ASCOLTO

SCREENING GRATUITO CENTRO DI ASCOLTO In Italia l’ictus rappresenta la prima causa di disabilità. Incide per il 12 per cento sui decessi. Ha costi onerosi per il Servizio sanitario nazionale e le famiglie.

Intorno a questi dati e sulla necessità di avviare un programma di prevenzione, sabato 12 dicembre, è stato organizzato a Gioia del Colle, il “2° Screening gratuito” per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione arteriosa e demenza vascolare.

L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Centro di Ascolto “Dal Silenzio…alla Parola”, che ha messo a disposizione i locali della sede di via Sannazzaro 15 in collaborazione con gli Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme Cavalieri di Malta. Nutrita la partecipazione della cittadinanza in rappresentanza di varie fasce di età e ceto sociale, tutti accolti con calore e spirito di solidarietà.

Nel corso della giornata, i sanitari: Dott. Giovanni Masi, specializzato in medicina interna e angiologia medica e il Dott. Francesco Avitto, specilizzato in mescreening gratuito centro di ascoltodicina interna ed ecografia internistica, coadiuvati dalla D.ssa Addolorata Panessa, hanno eseguito, a titolo gratuito, screening vascolari con ecocolordoppler internistico, ecografia addominale e tiroidea oltre a controlli della pressione arteriosa.

Le malattie cardiovascolari si sviluppano attraverso un mix di fattori che ne determinano l’insorgenza. I fattori di rischio sono stati individuati dalla medicina moderna che ora è in grado di poter svolgere un’adeguata azione preventiva. Questi risultati consentono oggi di poter disporre di validi strumenti per evitare infarto e ictus.

E’ stato chiesto al Dott. Giovanni Masi quali sono i fattori di rischio che incidono sulla possibilità di essere colpiti da complicazioni cardiovascolari: «Il principale è il colesterolo, ma non vanno sottovalutati il sovrappeso e il fumo». Secondo lo specialista poi, una mirata azione preventiva può concorrere a migliorare le prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale. Perché, ha precisato, la prevenzione ha comunque costi inferiori rispetto alle terapie riabilitativscreening gratuito centro di ascoltoe di lungo periodo.

Oggi ci si imbatte in lunghe liste di attesa nella sanità pubblica e in costi proibitivi in quella privata. E per questo, quasi una famiglia su due, rinuncia alle cure. I dati del Censis hanno fatto emergere che i cittadini inoltre pagano di tasca propria il 18% della spesa sanitaria totale. Intanto, in un Paese che invecchia sempre di più, 3 milioni di italiani non sono autosufficienti.

Una situazione che dimostra come la sanità è sempre più distante dalle esigenze dei pazienti. Un Sistema Sanitario Nazionale che perde finanziamenti pubblici e non riesce ad autofinanziarsi. In una situazione del genere è comprensibile come il Welfare da generare sicurezza sociale ha finito per originare ansia e preoccupazione.

Per questo, la Presidente del Centro di Ascolto di Gioia, Rosanna D’Aprile, ha precisato che: «Il disagio che oggi alcune famiglie vivono, passa anche attraverso la rinuncia a cure sanitarie. Si sentono sole e disorientate. Motivo per cui -ha proseguito- l’Associazione tenta di promuovere ogni iniziativa di sostegno per quanti soffrono». In questa visione del proprio ruolo, il Centro ha trovato nei Cavalieri di Malta dei validi alleati.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI