Giovedì 12 Dicembre 2019
   
Text Size

DUE GIOIESI PREPARANO UN NUOVO REALITY MADE IN NEW YORK

new-york2

logo_grande_fratelloBeppe e Tiziana Resta, due gioiesi ormai cittadini americani, hanno ideato un nuovo reality che mette alla prova di ambientamento ragazzi italiani che arrivano per la prima volta a New York.

Jersey-Shore2Un reality che non ha nulla a che vedere con gli ambienti chiusi del Grande Fratello e i fisici palestrati dei protagonisti di Jersey Shore.

Il casting lo stanno promuovendo su Facebook e sognano una co-produzione con Rai-International, la rete più vista dagli italiani all'estero. “L'idea è nata dopo che abbiamo soccorso un gruppo di amici sulla Quinta Strada, beffati da un'agenzia che aveva fittato loro un appartamento inesistente - dice Tiziana, 30 anni e una passione per la scrittura -. L'incubo a New York sono gli alloggi troppo cari oppure inadeguati. È per questo che con mio fratello abbiamo deciso di iniziare un'attività di ospitalità turistica, 64-back-oldfieldclub-longisland-newyork-mspostata però a Long Island, un posto immerso nel verde, a due passi dal mare e a mezz'ora di treno da Manhattan”.

“Da sempre abbiamo pensato che tutto quello che gli italiani portavano nella nostra casa era un buonumore e uno zaino di libertà sulle loro spalle”. “La politica di condivisione all'interno della nostra casa, ci ha portato in tutti questi anni ad acquisire un'esperienza tale da poterci scrivere su un copione”, aggiunge Beppe, 36 anni, ex broker nella City, ora convertito ad una nuova vita.

Il reality verrà girato prima dell'estate nel frattempo è aperto il casting su Facebook e su Internet: i partecipanti devono avere un'età Jersey-Shorecompresa tra i 20 e i 35 anni, essere persone comunicative e non necessariamente di bella presenza, visto che sono aperte le selezioni anche per una taglia 54-56.

“Vorremmo prevalesse il concetto di scoperta, curiosità, condivisione, conoscenza e non di vetrina”, spiega Tiziana che ha studiato le regole del gioco (alla fine come tutti i reality, però, c'è un premio in denaro) ispirandosi a Alejandro Jodorowski, regista, fumettista e tarologo, autore de “La via dei tarocchi”.

20100403_ny“Il gioco prevede un percorso di scoperta nelle diverse zone di Manhattan, abbinate ad una figura dei tarocchi - dice Tiziana - per esempio nel percorso dedicato agli “Amanti”, ognuno dei partecipanti potrà tirar fuori le proprie passioni: per l'amicizia, per l'arte, e così via. In base alla ricerca più bella si guadagnano dei bonus. Chi più ne ha più vince”.

“Finora ci siamo autoprodotti sperando di finalizzare al più presto l'accordo con i partner e produttori con i quali siamo in trattativa. La puntata pilota e le richieste di casting, stanno già avendo un buon riscontro” dice Beppe e Tiziana confessa: “Ci piacerebbe molto avere una partnership con Rai International che è la rete più vista dagli italiani all'estero e testimonial come Jovanotti e Fabio Volo, appassionati di New York nonché italiani con uno spirito comunicativo molto forte”.

Il gioco-documentario avrà anche un'appendice italiana: al pari dei ragazzi che dovranno cavarsela nella Grande Mela, dieci ragazzi americani mai stati in Italia dovranno scoprire Roma, Firenze e la Puglia, terra d'origine dei due fratelli Resta. Per partecipare alle selezioni basta visitare il sito www.163streamblvd.com, oppure cercare su Facebook la pagina “Smeraldas Nyc”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.