Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

ERRI DE LUCA INAUGURA LA STAGIONE UFFICIALE DEL ROSSINI

Erri de Luca_La musica provata

Commenti  

 
#8 amico 2015-11-25 19:14
Come qualcuno ha già commentato, forse è il caso di considerare l'espressione della critica letteraria, di certo più qualificata dei presenti. Scegliendo la meno incline alle stroncature, Goffredo Fofi si esprime così: "De Luca ha scritto una trentina di libri molto amati da un pubblico bisognoso come lui di consolazioni alte e spirituali, una sorta di Coelho italiano venditore di un sacro facilmente digeribile, da Adelphi di scarto: un fenomeno che qualcuno dovrebbe analizzare, e che servirebbe a spiegare cosa noi italiani abbiamo attraversato e accettato". Per non parlare delle bocciature che gli ha riservato Massimo Onofri, altro critico letterario ben poco polemico.Tralascio le feroci stroncature di Gielle oppure di Claudio Perroni che parla di "strazio afono in prosa accidentata". E' sufficiente? Oppure siamo più bravi noi, come critici letterari?
 
 
#7 m.carucci-acquaviva 2015-11-25 16:27
Le idee di Erri De Luca possono essere legittimamente contestate da chi non le condivide; ma è fuori discussione che egli sia entrato, a pieno titolo, nella letteratura italiana contemporanea più qualificata e che, anche all'estero, la sua notorietà sia più che consolidata. Ovviamente, va creato uno spazio opportuno anche per artisti ed autori locali, ma non credo che le due cose siano in contraddizione.
 
 
#6 adelaide 2015-11-25 11:46
dik dik ti ripetola domanda:fammi deinomi.culturaaaaaa.
 
 
#5 Dik Dik 2015-11-25 08:13
Adelaide fatti una cultura sugli artisti di Gioia del Colle che c'è nè sono a bizzeffa
 
 
#4 Ospite 2015-11-24 09:57
De Luca era da anni nel dimenticatoio della cultura italiana. Superato nella scrittura, ritenuta mediocre e melensa da molta critica, e nelle tematiche sempre uguali a sé stesse, di maniera.
A volte filosofeggiando in ottica sessantottina, senza avere la lucidità e la grandezza di un Cacciari.
Con il processo per l'istigazione al sabotaggio della TAV, si è ricostruito una notorietà. Sfruttata con un libro, "La parola contraria" e comparsate televisive autoreferenziali. Ora anche a teatro, in provincia. Ma era e resta un personaggio minore, sostenuto da orientamenti contigui a certa politica. Si poteva evitare, a Gioia.
 
 
#3 adelaide 2015-11-23 19:55
e chi sarebberoquesti artisti gioiesi? dik dik a come ti chiami tu.
 
 
#2 Dik Dik 2015-11-23 17:42
Ma con tanti artisti gioiesi possibile che vi indirizzate sempre sui forestieri? e vero San Nicola è amante dei forestieri
 
 
#1 Cittadino attento 2015-11-23 17:36
Ma per favore disdite l'appuntamento con Erri De Luca perchè un ente pubblico, non può e non deve ospitare un personaggio che ama l'oscurantismo, è contro il progresso, che vuole la nostra Italia tecnologicamente ferma al palo rispetto ad altre Nazioni, contro la costruzione di linee ferroviarie come TAV e quant'altro.
Spero che nessuno si presenti a teatro; così, il sig. De Luca, avrà modo di capire che orma, non è più il tempo dell'anello al naso.
Buona sera a tutti tranne che a De Luca e a tutti i sabotatori del progresso.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI