Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

CONFARTIGIANATO. A PROPOSITO DEL CANONE RAI…

confartigianato e canone rai

confartigianato e canone rai “Come è noto, la legge di Stabilità ha stabilito che il canone RAI verrà riscosso direttamente attraverso la bolletta dell’energia elettrica. La misura adottata allo scopo di contrastare la consistente evasione, farà però sorgere di sicuro problemi ai contribuenti che dovranno districarsi tra eventuali errori e duplicazioni; la norma infatti introduce una presunzione: quando “esista una utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica” si presume il possesso di un apparecchio che riceva le trasmissioni televisive (condizione di legge per il pagamento del canone).

E' chiaro che moltissimi hanno più di un'utenza elettrica, per esempio tutti i cittadini che possiedono una seconda casa. In questo caso si potrà fare un'autocertificazione (Dpr 445/200) per “superare le presunzioni”, anche perché “Il canone di abbonamento è, in ogni caso, dovuto una sola volta in relazione agli apparecchi (…) detenuti o utilizzati, nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica, come individuata dall'articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223”. Il che vuol dire che ogni famiglia anagrafica sarà obbligata a pagare un solo canone.confartigianato e canone rai

All'arrivo della bolletta doppia o tripla, o quando il canone non è dovuto per assenza dell'apparecchio televisivo, l'unica strada sarà quella dell'autocertificazione. Alla quale, peraltro, nessuno può opporsi, sino a che non vengano effettuati controlli da parte dell'agenzia delle Entrate: il gestore elettrico non potrà pretendere, sempre stando alla lettera della norma, di chiedere ancora il canone dopo aver ricevuto l'autocertificazione.

Quanto al pagamento, nel Ddl Stabilità viene indicato che il canone apparirà separato dal costo dell'elettricità, quindi in caso non sia dovuto lo si potrà scorporare con un pagamento a parte. Letta così sembra semplice, ma chi ha la domiciliazione bancaria come deve comportarsi? Le “autorizzazioni all'addebito diretto sul conto corrente bancario o postale rilasciate dai titolari di utenza per la fornitura di energia elettrica si intendono estese al pagamento del canone di abbonamento televisivo, salvo contraria manifestazione di volontà dell'utente”, che quindi deve farsi parte attiva prima che arrivi in banca la bolletta da pagare.confartigianato e canone rai

E le imprese, che fino allo scorso anno hanno ricevuto richieste di pagamento del canone speciale anche solo per il possesso di un device in grado di ricevere trasmissioni, riceveranno in bolletta la richiesta di pagamento?

Il Sottosegretario Giacomelli intervistato su questa questione garantisce che il canone non sarà dovuto sui device (tablet, smartphone o pc) in grado di ricevere le trasmissioni.

Ma siamo certi che non arriverà la richiesta di pagamento, oppure bisognerà inviare un’autocertificazione anche in questi casi?

Oggi gli imprenditori pagano il canone di abbonamento speciale, conconfartigianato e canone rai un gettito annuo di 74 milioni di euro, per il possesso di apparecchi atti/adattabili alla ricezione dei programmi radiofonici/televisivi, con qualsiasi mezzo e tecnologia diffusi, in esercizi pubblici o in locali aperti al pubblico e comunque al di fuori dell’ambito familiare. Un tributo che Confartigianato definisce anacronistico e illegittimo perché rivolto anche ad imprenditori che, oltre a pagare già il canone Rai ordinario, sono chiamati a pagare anche per il possesso di qualsiasi dispositivo che riceve il segnale tv, inclusi i sistemi di videosorveglianza.

A seguito delle insistenti proteste di Confartigianato nei mesi scorsi numerosi esponenti del Governo si erano impegnati a cancellare il canone speciale pagato dalle imprese, ma ad oggi non ne abbiamo conferma.

In conclusione, premesso che Confartigianato continuerà la sua battaglia per l’abolizione del canone speciale e vigilerà sulle prossime mosse del Governo, alle imprese associate possiamo garantire tutta l’assistenza possibile per la redazione delle autocertificazioni che purtroppo già immaginiamo numerose”.

Confartigianato 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI