Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

GLI INSEGNAMENTI DI VITO VINCI RIVIVRANNO NELLE SCUOLE

vito antonio Vinci

lezione vito vinci “La Conoscenza e lo spirito di ricerca rendono le persone libere. E Vito Vinci era un Uomo Libero. La condivisione generosa del proprio Sapere con gli altri rende un Uomo libero prezioso per un'intera comunità e un dono per gli amici. E Vito Vinci rimarrà un dono per chi lo ha conosciuto. L'indomito senso di giustizia contro la prepotenza di un potere arrogante, onnivoro e senza scrupoli guidava Vito Vinci. Il sostegno e l'Amore della coraggiosa moglie gli davano ulteriore forza. Siamo tutti più poveri. E soli. Ci tocca non disperdere questo patrimonio di Umanità, ricevuto in regalo”.

A due mesi di distanza dalla sua scomparsa, sabato 17 ottobre, con decisione unanime dei Soci è stata verbalizzata la ricostituzione e intitolazione del Circolo di Libertà e Giustizia al caro amico Prof. Vito Antonio Vinci. L’enorme bagaglio culturale, tecnico e politico che ha lasciato come eredità a cvito vincihi ha avuto la fortuna di conoscerlo e affiancarlo nella sua battaglia a difesa dei diritti di un’intera città, non poteva andare perso, né tantomeno essere chiuso nello scrigno dei ricordi. Pur consapevoli che l’eredità che ha lasciato è estremamente impegnativa, con umiltà cercheremo di portarla avanti, forti dei suoi preziosi insegnamenti.

Per tutto questo,Libertà e Giustizia”, in collaborazione con il Liceo Scientifico “Ricciotto Canudo” di Gioia del Colle, le associazioni “Smile Onlus” e “Senza pensieri Onlus”, presentano alla città il progetto “Piccolo Atlante della corruzione”, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e “Il Mondo che vorrei”, percorso di legalità con gli occhi di un bambino.

Obiettivi dei suddetti il mondo che vorreiprogetti sono:

-  Essere consapevoli che le regole vanno rispettate;

-  Esercitarsi alla cittadinanza attiva e consapevole, contrastando i fenomeni di corruzione, a partire dalle esperienze di vita quotidiana;

-  Imparare a rispettare le diversità;

-  Prevenire le violenze in senso lato.

A tal fine le Associazioni che propongono questo itinerario di legalità reputano efficaci e necessari incontri, compresi quelli di tipo laboratoriale, sia per gli alunni più grandi che per i più piccoli, partendo da interventi di esperti dei vari temi che verranno considerati, come il rispetto delle regole, il bullismo, la violenza di genere, il cyber crime.

I progetti verranno realizzati durante l’intero anno scolastico e modulati a seconda delle fasce di età, con letture animate e presenza di scrittrici e scrittori per l’infanzia, quali, Francesca Palumbo, Anna Baccelliere e la Criminologa Paola Carrieri, operatori vari, attività di role playing per i bambini e le bambine della scuola primaria e secondaria di primo grado, all’ascolto di esperienze di esperti come il Prof. Alberto Vannucci, Docente di Scienza Politica all’Università di Pisa e Presidente dell’Associazione “Libertà e Giustizia”; il Sostituto Procuratore Antimafia Dott. Giuseppe Gatti; il giornalista di RAI 3 Gianni Bianco; il Sostituto Procuratore e Assessore alla Legalità del comune di Roma Dott. Alfonso Sabella; il Magistrato Dott. Renato Nitti ed altri autorevoli uomini e donne impegnati nella diffusione della legalità.

La presentazione degli stessi progetti VITO VINCIai Dirigenti Scolastici, ai docenti, ai genitori e agli studenti si terrà sabato 24 ottobre, alle ore 17.30, presso l’Aula Magna del Liceo Classico “P.V. Marone” Via Roma, Gioia del Colle.

In seguito si procederà con l’apposizione di cassette postali in ogni scuola che aderisce all’iniziativa, considerando questa strategia utile ed essenziale ai fini degli obiettivi prefissati, per consentire ai bambini e alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze eventualmente e potenzialmente vittime di fenomeni quali bullismo, cyber bullismo e violenza fisica o psicologica, di imbucare la propria richiesta d’aiuto e/o denuncia, consentendo ascolto ed aiuto immediato.

Il Progetto prevederà dei momenti ludici in concomitanza con gli incontri formativi che si terranno su Via Roma a Gioia del Colle con: Mercatini con musica, magia, gonfiabili, baby dance, bolle giganti, laboratori creativi per bambini, Burattini, Mascotte, Clown e tanto altro. Vi aspettiamo per percorrere insieme “la Strada della Legalità”.

Libertà e Giustizia

 

Commenti  

 
#5 m.carucci-acquaviva 2015-10-23 11:02
Per il tecnico pentito: hai detto una cosa giusta, cioè che il patrimonio eccelso di conoscenze e competenze del compianto Prof. Vinci, in una con la sua onestà assoluta e intransigente, ha messo V.L.C. (per fare solo i cognomi) nelle condizioni di scoperchiare il tombino dei liquami prodotti in vigenza del regime politico recentemente, e spero definitivamente abbattuto. Ora sta a V.L.C.a non cedere alle sirene dei novelli bottegai, furbi voltagabbana dell'ultim'ora, e a lavorare in vista della volata finale. Ma i gioiesi onesti hanno il dovere di sostenerli.
 
 
#4 X tecnico pentito 2015-10-23 06:36
Ma mi faccia il piacere "tecnico pentito " . Su tre esposti uno è stato un fiasco incredibile "alla faccia del grande urbanista" e sugli altri due non è stata ancora detta l'ultima parola. È un po' presto per santificarlo
 
 
#3 un tecnico pentito 2015-10-22 17:54
parlo per conto dei miei colleghi che si nascondono dietro i segreti professionali; i colleghi che negli ultimi 30 anni hanno approfittato di questa mafia del mattone per fare i loro affari, candidati e politici di professione per interessi personale e dei propri studi, usando il voto di scambio, hanno coltivato il loro bacino di voti per poter controllare i loro affari in consiglio comunale o meglio nelle giunte che si sono susseguite. Vito ha sempre contrastato tale malaffare ma era sempre in minoranza, ma per combatterli si è documentato ed ha saputo impadronirsi del sapere urbanistico, in questo modo li ha smascherati e tramite altri consiglieri comunali, senza fare nome V. L. C., ha visto realizzare il suo sogno che ora è pubblico: un libro sull'urbanistica a gioia.Concittadini documentatevi poi potrete dare un giudizio su cosa è successo a gioia negli ultimi anni: il sacco delle zone F.
 
 
#2 galuanna. 2015-10-21 16:57
Il prof. continua a vivere.
Lui parla e parlerà ancora.
Grande, grande Prof!!!
 
 
#1 m.carucci-acquaviva 2015-10-21 11:12
I galantuomini continuano a vivere nelle speranze degli onesti; i ladroncelli di paese, con i loro lacché, sono morti ancor vivi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI