Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

GRANDE INTERESSE PER “UN ALTRO MONDO” DI THOMAS TORELLI

un altro mondo incontro alla lum

un altro mondo incontro alla lum Giovedì 8 ottobre alla LUM di Gioia del Colle si è assistito ad un evento molto interessante: la proiezione del film-documentario dal titolo “Un altro mondo”. L'Associazione E.CO. -Ente per la Comunicazione Umana- è stata la promotrice ed organizzatrice di questo momento culturale, affidando la presentazione della serata alla sua presidente Angela Risplendente. Dopo i dovuti e sentiti ringraziamenti, rivolti a tutti i presenti ed al regista Thomas Torelli, la Presidente ha sottolineato l'importanza di questo film, scegliendo di proporlo perché in linea con lo spirito dell'Associazione, cioè quello della promozione del benessere umano fisico, psichico e sociale.

“In lak'ech” era un saluto che si rivolgevano fra loro i Maya il cui significato è “io sono uThomas Torellin altro te stesso” un modo per affermare che siamo collegati “al tutto” nonostante la diversità che ogni uomo ed elemento della natura manifestano. “L'altro”, nel concetto espresso da questo antico saluto, non era necessariamente un uomo bensì un albero, un animale, un ruscello, l'Universo. E' da questa idea di connessione che il documentario, riconosciuto di interesse culturale dal MiBAC (Ministero dei beni e delle attività culturali) prende le mosse, supportato da studi scientifici, concetti filosofici e fisica quantistica.

“Le cose sono unite da legami invisibili, non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella” (Galileo Galilei). Concetti antichi ed arcaici ormai perduti, perché si è persa la capacità di relazionare con gli altri, con la Madre Terra, il sentire “qui ed ora” perchè schiacciati dal concetto di Tempo. Le vere armi che hanno annientato i popoli antichi e primitivi nella fase di evangelizzazione da parte dei Missionari sono state: la spada, la croce e il calendario come introduzione del concetto di tempo e soprattutto denaro (le calende era il primo giorno di ciascun mese, da qui calendario, che indicava al tempo degli antichi romani un registro dei conti). Perdita di unità con l'Universo; concezione del Tempo; scissione fra Mente e Corpo. La modernità ha fatto tabula rasa della saggezza dei nostri avi, ma ora una nuova forma di consapevolezza si sta affacciando nella mente dell'Uomo e il film proposto da Thomas Torelli ne è un esempio.

A supporto delle idee del regista, che ha impiegato ben tre anni e mezzo per la realizzazione del film assieme alla moglie, vi è anche la scienza quantistica che ci spiega attraverso esperimenti scientifici che siamo tutti uniti. Il fenomeno entanglement è affascinante: “Se due particelle vengono fatte interagire per un certo periodo di tempo e quindi separate, quando si sollecita una delle due in modo da modificarne lo stato, istantaneamente si manifesta sulla seconda una analoga sollecitazione a qualunque distanza si trovi rispetto alla prima”.

Il film ci dimostra che tutto ciò che pensiamo esiste realmente, che un pensiero positivo attira cose positive e che i nostri pensieri e le nostre emozioni muovono energia, non più quindi spettatori passivi ma co-creatori di stati d'animo e sensazioni. Se andiamo nella direzione dell'amore avremo amore. Tutto questo dobbiamo associarlo al concetto di “Tutto è uno” e quindi al collegamento fra l'Universo e l'Uomo, fra un fiore ed una stella, finalmente consapevoli del nostro grande potere personale di trasformazione.un altro mondo incontro alla lum

La serata è proseguita con l'intervento e la testimonianza di un ospite d'eccezione Antonio Giacchetti, studioso e conoscitore dei Maya che ha parlato di “salto quantico di consapevolezza” ad opera dell'Umanità.

Il film di Thomas Torelli ha suscitato un enorme interesse, l'applauso prolungato e le varie domande sull'argomento hanno dimostrato non solo curiosità per il tema trattato, ma dalle espressioni dei volti carpite in sala, un momento in cui i propri pensieri hanno vagato ed immaginato “un altro mondo” privo di sovrastrutture, di contaminazioni, di riti e rituali e dove un ruscello nel suo scorrere è semplicemente un flusso senza tempo e lo sbocciare di un fiore un'emozione positiva contagiosa.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI