Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

ALESSANDRO CAPURSO APPRODA AL “MUSEO FOTO FESTIVAL”

mostra fotografica capurso

mostra fotografica capurso Promosso dal Museo della Fotografia del Politecnico di Bari, la città metropolita ospita dal 11 settembre al 11 ottobre il “Museo foto festival”: il primo festival della fotografia in Terra di Bari. Le diverse location in cui è ubicato il festival sono segnate sulla mappa, gentilmente offerta dallo staff del personale che si è dimostrato molto disponibile nei confronti dei visitatori. Tra i fotografi in esposizione anche il nostro concittadino Alessandro Capurso, che ha inaugurato il suo spazio martedì 15 settembre alle 17 presso l’Ex Palazzo delle Poste in Piazza Cesare Battisti a Bari. Presentato dall’ing. Pio Meledandri -direttore del museo della fotografia e già relatore a Palazzo Romano su “Foto e comunicazione nel tempo”- Alessandro ha illustrato la raccolta dei suoi scatti-battezzata con il titolo “Metamorphosi”- evidenziando la sua scelta focalizzata sulla periferia della città -nello specifico il quartiere di Enziteto-, quale centro vitale di una nuova identità abitativa e caratterizzata da colori accecanti come il blu cobalto e grigi particolari come lo stesso Capurso ha affermato, spiegando che questo lavoro, durato all’incirca due anni, è iniziato dopo la lettura di un articolo di Renzo Piano -“Rammendo delle periferie”-, che lo aveva estremamente colpito e condiviso.

“Venivo a Bari la domenica mattina e mi dirigevo in questa zona che mi colpiva in modo particolare per la sua evoluzione, allo stesso tempo la presenza dell’uomo nelle fotografie è quasi assente. Il mio lavoro è stmostra fotografica capursoato svolto attraverso tecniche diverse, si possono notare geometrie -linee frontali-, e grandangoli”, ha puntualizzato il nostro concittadino.

“Il mio vuole essere un omaggio positivo e di speranza per una città che sta cambiando, una Puglia che sta cambiando”, ha concluso Capurso non prima di aver ringraziato i suoi partner, Palazzo Romano e l’associazione culturale “SIC! ProgettAzioni Culturali”, presenti in sala nelle persone dell’avv. Lucio Romano e lo staff dell’associazione.

Tra i presenti in sala anche Teresa Imbriani -ospite di Palazzo Romano con una sua personale in occasione di ProEvocazioni- e Massimo Nardi -responsabile del “Sito dell’Arte”- presente a Palazzo Romano per un suo servizio tele giornalistico su “Etra”.

Invitando i nostri lettori a visitare la mostra del nostro concittadino, ci piace concludere con la parte dell’articolo di Renzo Piano che ha profondamente colpito l’autore, facendo quelle parole sue attraverso il linguaggio delle immagini.

E’ fragile il paesaggio e sono fragili le città, in particolare le periferie dove nessuno ha speso tempo e denaro per la manutenzione. Ma sono proprio le periferie la città del futuro, quella dove si concentra l’energia umana e quella che lasceremo in eredità ai nostri figli”.  

mostra fotografica capurso

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI