Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

CHIARA LIUZZI TORNA A “LA SIGNORELLA” IL 18 SETTEMBRE

chiara liuzzi

chiara liuzzi

AVVISO IMPORTANTE

Il CONCERTO è stato RINVIATO al 18 settembre.

---------------------------------------

A margine di uno splendido concerto ospitato dala Signorella” sotto la luna, accanto ad un secolare gelso intorno a cui danzano falene ebbre di luce, un incontro speciale, di quelli che aprono mente e cuore. Ed è in un’immensa e vellutata distesa erborea, costellata di stelle ed aliene eliche eoliche, che Chiara Liuzzi canta al vento le ninna nanne di epoche e luoghi diversi, sui diversi e suggestivi accordi del chitarrista Pablo Montagne.

Canta in berbero, armeno, inglese, francese, tedesco, spagnolo e latino… ed ogni melodia racchiude una storia che si svela tra i chiaroscuri di diverse culture e ritmi con un fattor comune nello spazio - l’intero mondo - e nel tempo - dal medioevo ad oggi -: l’amore che lega la mamma al suo bimbo nel momento in cui lo culla.

Chiara Liuzzi tornerà a “la Signorella” il 21 agosto, alle 21 con un omaggio ad uno dei miti jazz: “Floating… Visionary tribute to Billie Holiday” con Francesco Massaro al sax e Adolfo La Volpe alla chitarra.

Laureata in canto, musica jazz e musicoterapia, con una ricca produzione musicale e laboratori multidisciplinari nelchiara liuzzile scuole di ogni ordine e grado, Chiara non è solo una “voce” splendidamente modulata in grado di condurre in altre dimensioni dello spirito, ma anche una raffinata scrittrice dotata di oceaniche profondità. La sua ultima pubblicazione è “Elica - Il canto di un soggetto con se stesso”, un libro che propone una ricerca sull’improvvisazione utilizzando le attività sensoriali per… ascoltarsi dentro! Il progetto “fonda le sue radici su una dimensione percettiva del suono attraverso un approccio olistico” e si permea di riflessioni filosofiche per poi decodificarne l’essenza in musica.

SUONI E PAROLE CHE SI FONDONO CON L’ANIMA …

Nana. Ricerca sonora nelle tradizioni. Musica come linguaggio dell'anima” è un percorso in perfetta sintonia con le achiara liuzzitmosfere de “la Signorella” ed ispira Luna e Gino Donvito, che respirano Arte.

“La ricerca consiste in una prima lettura attenta della melodia e del suono del testo. Se mi risuona dentro, procedo con la traduzione, l'articolazione e la pronuncia. Quindi incomincio ad entrare nel suono delle parole e nel loro significato. Questo si fonde con la mia anima e poi ri-nasce con me.”

“Il canto è l'estensione della mia anima perché io sono ciò che canto! Quando canto la mia anima viene messa a nudo e condivisa con chi ascolta. La voce è uno strumento che più di ogni altro dovrebbe permettere una ricerca interiore molto profonda sul proprio essere e sulla consapevolezza di chi si è, di dove si è e di dove si vuole andare. A tal proposito pratico da diversi anni tecniche orientali di meditazione e consapevolezza, chiara liuzziperché ho sempre ritenuto fondamentale dover lavorare sull'essere oltre che sull'avere, ovvero sull’acquisizione di pura tecnica dello strumento. Quest'ultima mi permette di invadere differenti generi, e il lavoro su "chi sono" quindi sull'essere mi permette di centrarmi ed entrare con profonda consapevolezza nei testi e nelle melodie che si fondono con la mia anima.”

… E RINASCONO NEL JAZZ

“La scelta dell'utilizzo di un solo strumento oltre me nel progetto “Nanà” condotto con la liutista Maria Maringelli è dettata dall'esigenza di dare maggiore spazio alla "voce" per comunicare al pubblico l'importanza di questo potente strumento che, fondamentalmente, narra chi lo possiede!

“L'armonia con l'universo è generata dal canto stesso, quindi in qualsiasi contesto io mi trovi e soprattutto qchiara liuzziualsiasi genere io canti, sono perfettamente in armonia. Ovviamente ogni genere richiede luogo e pubblico ad hoc. Il progetto presentato il 7 agosto a “La Signorella” non potrei mai condividerlo in un Pub.”

“Tra le varie cose di cui mi occupo, organizzo laboratori di consapevolezza vocale, poichè ritengo che la conoscenza del proprio strumento (lo possediamo tutti) favorisca la comunicazione e l'interazione con gli altri. Probabilmente in futuro deciderò di ampliare l'organico pur rispettando l'esigenza iniziale. Certo, qui al Sud proporre un progetto dal duo in poi è davvero faticoso!”

Chiara Liuzzi a Conversano, la città in cui vive, ha costituito ArterA’, un Centro d’Arte Polivalente in cui realizza laboratori espressivi, stage, sperimentazioni creative, seminari e spettacoli.

“In futuro - conclude l’artista - penso di continuare a lavorare su “Nana”, “Elica” - il mio progetto di ricerca sull'ascolto multisensoriale, di cui ho pubblicato un cd ed un libro e infine sulla recente registrazione che presenterò a “la Signorella” da Luna il 21 agosto, un omaggio a Billie Holiday, in occasione del centenario della sua nascita.”

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI