Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

RITORNA “TANGO Y MILONGA IN PIAZZA” XX SETTEMBRE

tango milonga piazza xx settembre

tango milonga piazza xx settembre Torna martedì, 4 agosto a Gioia del Colle, in piazza XX Settembre, la terza edizione di “Tango y Milonga in Piazzaorganizzata da ‘Ensuenos de Tango A.S.D. New Arabesque’. L’evento vedrà danzare insieme ai promotori Michele De Nicolò e Eloisa Gaudiomonte, due guest star di spessore internazionale: i Maestri Marcela Guevara e Stefano Giudice.

Martedì Michele ed Eloisa dalle 18.30 alle 20.30 terranno lezioni gratuite di Tango per esordienti e simpatizzanti, a seguire “Milonga”, selezione di Tande e Cortine a cura di De Nicolò e Tango argentino per tutti: esperti, meno esperti, appassionati e curiosi.

Dal 2005 ‘Ensuenos de Tango’ persegue la promozione della cultura del Tango argentino, una danza non d’elite, unica nel suo genere - non a caso patrimonio dell’Unesco -, in grado di esprimere passione, coinvolgimento, fiducia. Una danza - precisa Michele De Nicolò - che è improvvisazione, metafora di vita, che spiritualizza e sublima la comunicazione di due corpi che vibrano all’unisono. Nel decennale della nostra scuola abbiamo voluto portare a Gioia in occasione di “Tango y Milonga in Piazza”, due dei più grandi maestri di Tango Argentino per trasmettere questa nostra passione ai gioiesi: Marcela Guevara e Stefano Giudice, impegnati dal 4 all’8 agosto nel Tango Festival Internazionale di Fasano.”

Nel Tango - confessa Eloisa Gaudiomonte - la coppia diventa un’anima che si muove in autonomia eppur insieme nello spazio della musica. Il Tango è movimento, attesa, ritorno, ascolto, abbandono, partecipazione… è un reciproco cercarsi. In questo ballo la relazione uomo - donna è una relazione attiva, basata sull’ascolto reciproco… La creatività, l’assenza di schemi, rende il tango ancor più simile alla vita. Nessuna routine, nessuna coreografia, niente di prestabilito... solo la voglia di ballare e danzare insieme.”

Il Tango (dal latino ‘tangere’, toctango milonga piazza xx settembrecarsi) fa la sua comparsa nei sobborghi di Buenos Aires intorno al 1880. E’ un ballo totalmente libero, privo di coreografie predefinite. Mentre le altre danze si fondano su figure di base con qualche occasionale variante, esso è del tutto privo di schemi ripetitivi.

Le figure classiche vengono continuamente assemblate, sospese, frammentate e ricombinate in un'unica, caleidoscopica coreografia, mai ripetitiva. Le coppie non procedono in modo coerente: ognuna segue di volta in volta direzioni diverse e la necessità di evitare collisioni impone ulteriormente di decidere, istante per istante, il passo da eseguire, anche se viene complessivamente mantenuta una lenta rotazione in senso antiorario.”

“Piazza XX Settembre - conclude De Nicolò - è uno dei luoghi più adatti, in quanto incarna alla perfezione lo spirito popolare di questa danza che va portata tra la gente e al contempo è perfetta negli spazi e nella pavimentazione.”

Il Tango, quindi, inteso e riscoperto quale linguaggio e come tale alquanto vario. Può infatti esprimersi con differenti coloriture musicali, stili interpretativi e impasti strumentali, la stessa poetica dei testi è mutevole e porta ad esprimere e vivere diverse emozioni.

Il Tango ha anche valore terapeutico… aiuta a prendere consapevolezza del proprio potere seduttivo, dà voce al corpo, esplora emozioni, si presta in modo illuminante ad un fiducioso abbandono non sempre scontato nella logica delle relazioni… Una danza da vivere con gioia che può rivitalizzare un rapporto o divenire pretesto per costruirne di nuovi, infiammando passioni ed emozioni.

A settembre, si apriranno le iscrizioni presso Ensuenos de Tango A.S.D. New Arabesque, con lezioni dimostrative, un’esperienza da regalarsi in coppia o da single assolutamente da non perdere.

tango y milonga piazza xx settembre

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI