Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

INTERVENTO CHIRURGICO RECORD PER IL GIOIESE STEFANO FAVALE

intervento record per stefano favale

intervento record per stefano favale“Il gioiese dott. Stefano Favale, direttore della Cardiologia Universitaria del Policlinico di Bari (STEFANO FAVALE, CARDIOLOGO GIOIESE, DIRETTORE D.A.I.-video), ha diretto l’equipe che ha impiantato il pacemaker più piccolo del mondo, eseguendo l’intervento in soli tre minuti.

Il professore, ha raggiunto il record italiano nell’ambito di un’operazione che ha coinvolto dodici aziende ospedaliere e cliniche tra Bari, Bologna, Brescia, Cotignola, Milano, Pisa, Roma, Torino e Udine.

Il dispositivo rivoluzionario è poco più grande di una pillola, un decimo della grandezza di un pacemaker convenzionale, il sistema di stimolazione intracardiaco transcatere Micra™ Transcatheter Pacing System (TPS) di Medtronic è una vera e propria cardiocapsula, pesa 2 grammi, misura poco più di 2 cm e ha una durata che può variare dai 7 ai 14 anni. Viene impiantato direttamente nella cavità cardiaca attraverso la vena femorale e non prevede l’impianto di elettrodi di stimolazione. Una volta posizintervento record per stefano favaleionato, il sistema Micra™, ancorato al cuore attraverso piccoli ganci appositamente progettati, emette impulsi elettrici in grado di regolarizzare il battito cardiaco attraverso un elettrodo posto sul dispositivo.

A differenza delle attuali procedure di impianto, quella del Micra™ TPS non necessita di alcun filo o catetere e non richiede incisioni nel torace, né la creazione di una tasca sottocutanea, eliminando, così, il rischio di potenziali complicanze legate alla procedura tradizionale.

Il dispositivo ha ricevuto il Marchio CE nell’aprile 2015, sulla base dei risultati dei primi 60 pazienti arruolati nello studio clinico mondiale Micra™ Transcatheter Pacing Study, a distanza dei primi tre mesi dall’impianto.

La stimolazione del cuore senza elettrocateteri rappresenta una nuova frontiera nella storia dei pacemaker, che da circa sessant’anni ha visto numerose ed importanti evoluzioni”.

 

Commenti  

 
#3 Massimo 2015-06-25 08:49
Queste sono le cose che fanno sentire orgogliosi della propria terra
 
 
#2 Beatrice Masci 2015-06-24 22:33
Siamo orgogliosi per l'impresa di questo nostro concittadino, che eleva gli standard dei servizi della sanità meridionale, di cui spesso tanto male si parla. La serietà della sua ricerca e l'impegno profuso nel proprio settore
riscattano dunque nell'immaginario collettivo l'idea della fuga verso altre mete in cerca di certezze. Grazie e auguri,
"ad maiora semper!
 
 
#1 Giuseppe Tuccillo 2015-06-24 20:56
Complimenti al dott. Favale per la progessionalitá e per la ricerca continua delle metodologie d'avanguardia.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI