Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

GIULIO DE PADOVA VINCITORE CONCORSO “PIETRO ARGENTO”-foto

concorso pianistico pietro argento 2015

Giulio De Padova

Traduzione in inglese a cura di Anna Maria Antonicelli. (English translation by Anna Maria Antonicelli).

***

E’ italiano - il pianista Giulio De Padova - il vincitore assoluto della XVIII edizione del Concorso “Pietro Argento”, una edizione che sarà ricordata per le emozioni vissute in un teatro colmo fino al terzo ordine ed ancora traboccante in platea, intorno alla mezzanotte, quando - chiuso il sipario e riposti in valigia gli abiti da concerto - la magia si è conclusa.

Con 99 punti il 29enne musicista di Civitanova Marche ha conquistato giuria e pubblico. Assolutamente superba la sua esecuzione, la Sonata op.111 (1° tempo) di di L.V. Beethoven e Studio trascendentale n.11 Armonie della sera, di F.Liszt eseguiti seduto su una sedia e non sullo sgabello “per poter assorbire meglio il suono e le vibrazioni”.

La sua concentrazione - ha suonato per buona parte dei 30 minuti ad occhi chiusi - è stata assoluta, interrotta solo dall’ipnotico riverbero dei gemelli ai polsi. De Padova ha anche ricevuto una borsa di studio da Franca D’AcuRebecca Brindiccinti Milano e dalle sue figlie e nella prossima edizione, oltre ad inaugurare la prima serata con un suo concerto, farà parte della giuria.

Prima nella sua categoria, la A e seconda per punteggio (97 punti) ancora un’italiana, la piccola Maria Rebecca Brindicci di Bari, otto anni solo all’anagrafe. Minuta, con riccioli biondi e sguardo dolcissimo, Rebecca ha occupato lo sgabello quasi fosse lì per gioco, senza neanche avvicinarlo al pianoforte. Quindi senza spartito si è lanciata in una appassionata “The cat and the mouse” di Copland, perfetta in tutto! Grazia nelle movenze, con intrecci virtuosi di note e di braccia, intimo possesso della tecnica, assoluta genialità esecutiva, lo stigma dei grandi musicisti è la sua cifra stilistica. E studia “solo” un’ora e mezza al giorno! Per lei una borsa di studio consegnata da Loredana Buono.

La precedono Olga KudriakovNgan Ha Truonga e Maxim Shatalkin, pianoforti contrapposti per eseguire con maestria “Paganini Variazioni” di W. Lutoslawski, e Alexandra Zubova e Maria Beliaeva, violino e pianoforte in “Sei Romanian Dances for Violin and Piano” di B. Bartok, diversi registri per esprimere un diverso pathos, entrambe premiate con borsa di studio da Letizia Salvatorelli Guida.

Quindi esegue “Forest Musicians” di S. Gubaidulina, Yanying Bao, categoria B, mentre a Samuele Giovanni Valenzano alle prese con “Preludio e fuga n.4” di J. S. Bach, la borsa di studio è conferita da Gino Lonardelli.

IN MEMORIA DI MELINA PROCINO

Ed è una piccola vietnamita, un “fiore” rosa fucsia - come direbbe Papa Bergoglio - nato in un paese che tanto ha sofferto, a ricevere da Elia Longo un bacio Fang Dong Lie l’ambita borsa di studio. E’ Thi Ngan Ha Truong, accompagnata dalla sua mamma, un sorriso che disarma e tanta, tanta bravura nell’eseguire "The Nightingale" di Liszt-Alabiev Solovei.

E’ cinese il piccolo Fang Dong Li - timido ed emozionato nella sua giacchina attillata, forse troppo stretta - a ricevere da Maria Angelillo la borsa di studio intitolata a Melina Procino. Una cordata di amici ha voluto partecipare a questo “dono”, li elenchiamo tutti: Maria Angelillo, Franca D’Acunti, Lena Eramo, Angela Casamassima, Maria Pavone, Saria Alessio, Tina Siressi ed amici, Lucia Pavone, Dina Svelto, Anna Martoscia, Alfredo Vacca, Felice Scarati, Michele Angelillo, Vito Cassano e Aldo Recchia. Oltre al giovane pianista (categoria B), che ha splendidamente eseguito “Estudes op.25 n.6” di F. Chopin, la coordinatrice artistica - professoressa Giovanna Valente - ha premiato anche la sua “Maestra”, Yang Yang.

Antonello Bianco conferisce la bPaola Leociorsa di studio ad Alyssa Kok, giovane e talentuosa pianista di Singapore che ha eseguito “Abegg Variations Op. 1” di R. Schumann e conquistato il premio della critica.

Mirabile l’esecuzione di Marcello Sette al violoncello, accompagnato da Nicola Sette al pianoforte, vincitore del secondo premio nella sua categoria. A lui è stata donata la chiave di violino in legno realizzata dallo scultore Giovanni Larizza.

Premiata con borsa di studio da Vito Mastrovito e fratelli Paola Leoci, soprano con voce di usignolo, che perfetta nella recitazione e dotata di grande espressività ha eseguito "Ah tardai troppo…O luce di quest'anima" di G. Donizetti rubando un entusiastico “Brava!” a Franco Marvulli in platea.

Ottime anche le esecuzioni di Federica Reale al pianoforte con un brano di Chopin “ImproPaola Sorrentinovviso Op. 36 n. 2 in Fa diesis maggiore” e Daklen Difato in “Variations serieuses” di F.B. MendelssohnVariations, giovane pianista di cui si ricorderà il look originale, simpaticamente punk in dissonanza con la classicità del brano portato in concorso.

In attesa della decisione della giuria chiamata a designare il vincitore assoluto, si sono esibiti la coreana Lee Sang Min, con “Etude-Tableau Op.39 No.9” di S. Rachmaninoff e lo statunitense Kim Yubin, secondo classificato al pianoforte con “Gaspar de la nuit” di M. Ravel, premiati con borsa di studio dalla professoressa Luigia Di Maggio e da Vittoria Di Bari Di Cagno.

GIURIA, BENEFATTORI E STAFF

Anche in questa annualità, data l’altissima qualità dei musicisti, non sarà stato facile assegnare i premi per la giuria composta dal presidente M° Bruno Canino, dal presidente onorario M° Michele Marvulli, dalla professoressa coreana Hyun- Ah Choi, dal M° russo Pavel Eliashevich, dalla professoressa Giovanna Valente e dai Maestri Paolo Geminiani, Carlo De Ceglie, Giacomo ColafeAlessandra De Rosalice.

Per la direttrice artistica Paola Sorrentino e il direttore organizzativo M° Vito Lobefaro, l’ennesima sfida vinta.

Ottima la conduzione delle due presentatrici, Annamaria Antonicelli e Alessandra De Rosa, chiamate a tradurre in inglese ogni introduzione e dello staff che ha curato tutti i dettagli del “dietro le quinte” e non solo: Marilena Resta, Marianna Sanapo e Matteo Notarnicola, sotto la supervisione di Mimmo Szost e dei ragazzi del SIC.

Il montepremi in palio per i vincitori di questa edizione è di 10.000,00 euro. A riguardo delle borse di studio conferite dagli estimatori del concerto, ricordiamo i nomi di coloro che non sono stati citati: Maria Bovio, Michele Cristiano, Anna Donatone, Isa Donvito, Anna Fortunato, Giuseppe Gallo, Francesco Lobefaro, Amalia Lombardo, Antonella Losito, Rosa Mancino, Nella Passiatore, Antonio e Mariangela Polo, Sergio Povia e Giuseppina Ventura.

E’ grazie alla loro fiducia e a quella degli sponsor e all’amministrazione - tra alti e bassi - oltre che all’enorme impegno dell’Associazione Lobefaro, che questa bella realtà continua ad esistere e crescere. [Foto Mimmo Castellaneta]

Di seguito il foto/movie del Concorso "Pietro Argento".

https://www.youtube.com/watch?v=XgEQLE78K0g&feature=youtu.be

Dalila Bellacicco

Article translated by Anna Maria Antonicelli

GIULIO DE PADOVA WINNER "PIETRO ARGENTO" COMPETITON-photoAnna Maria Antonicelli

The Italian pianist Giulio De Padova is the overall winner of the XVIII edition of the "Pietro Argento" Competition, an edition that will be remembered for the emotions experienced in a theatre filled up to the third order and the still overflowing parterre around midnight when, closed the curtain and put away the clothes concert, the magic ended.

With 99 points, the 29 year-old musician from Civitanova Marche won the Competiton. Absolutely superb his execution, the Sonata op.111 (1st time) of LV Beethoven and the Transcendental Étude N. 11, "Harmonies du Soir", by F. Liszt, performed while sitting on a chair and not on the stool "in order to better absorb the sound and vibration."

He has played for most of the 30 minutes with eyes closed; his concentration was absolute, interrupted only by the hypnotic glare of cufflinks. De Padova has also received a scholarship from Franca D'Acunti Milan and her daughters; in the next edition, in addition to inaugurate the first evening with a concert, he will be part of the jury.

First in the A category, and second in scoring (97 points) still an Italian, the little Maria Rebecca Brindicci from Bari, only eight years old. Petite, with blond curls and a sweet look, Rebecca occupied the stool as if it were there for fun, not even accosting it to the piano. So without any scheet music, she embarked on a passionate "The cat and the mouse" by Copland, perfect in everything! Grace in her movements, with a virtuoso interweaving of notes and arms, intimate possession of the technique, absolute executive brilliance, the stigma of the great musicians is in her style. And she studies "only" half an hour a day! For her, a scholarship from Loredana Buono.

Olga Kudriakova and Maxim Shatalkin precede her: opposite pianos to execute with great ability "Paganini Variations" by W. Lutoslawski. Then Alexandra Maria Zubova and Beliaeva, violin and piano in "Six Romanian Dances for Violin and Piano" by B. Bartok, different registers to express different pathos, both awarded with scholarship from Letizia Salvatorelli Guida.

Yanying Bao, category B, performs "Forest Musicians" by S. Gubaidulina; while Samuel Giovanni Valenzano struggles with "Prelude and Fugue # 4" by JS Bach, the scholarship is awarded by Gino Lonardelli.

IN MEMORY OF MELINA PROCINO

And it is a little Vietnamese girl, as a "flower" pink fuchsia dressed- how would Papa Bergoglio say- born in a country that has suffered so much, getting a kiss and the coveted scholarship from Elia Longo. And 'Thi Ngan Ha Truong, accompanied by her mother, a disarming smile and a lot of skill in performing "The Nightingale" Liszt-Alabiev Solovei.

The little Chinese Dong Fang Li - shy and excited in his jacket that fits maybe too tight - receives from Maria Angelillo the scholarship in the memory of Melina Procino. Many friends participate to this "gift” in her name: Maria Angelillo, Franca D’Acunti, Lena Eramo, Angela Casamassima, Maria Pavone, Saria Alessio, Tina Siressi and friends, Lucia Pavone, Dina Svelto, Anna Martoscia, Alfredo Vacca, Felice Scarati, Michele Angelillo, Vito Cassano and Aldo Recchia. In addition, for the young pianist (category B) who has beautifully executed "Etudes op.25 # 6" by F. Chopin, the artistic coordinator of the Competition- Professor Giovanna Valente - honored his "Maestra", Yang Yang, with a prize.

Antonello Bianco gives a scholarship to Alyssa Kok, young and talented pianist from Singapore, who performed "Abegg Variations Op. 1" by R. Schumann and won the critics' prize.

Amazing performance by the Italian cellist Marcello Sette, accompanied on piano by Nicola Sette, winner of the second prize in his category. He received the wooden treble clef made by the sculptor Giovanni Larizza.

Paola Leoci awarded a scholarship from Vito Mastrovito and his brothers: a soprano with the voice of a nightingale, perfect in acting and with a great expressivity, she performed "Ah take me long too ... O light of this soul" by G. Donizetti, worth of an enthusiastic " Brava! " from Professor Franco Marvulli on the balcony.

Excellent executions by Federica Reale on the piano with a song by Chopin "Impromptu Op. 36 n. 2 in F sharp major ". And the young pianist Daklen Difato in" Variations Sérieuses "by Mendelssohn, distinct in his original look, nicely punk in contrast with the classical piece he played in the competition.

While waiting for Jury final decision, the audience listened to the performance of the Korean Lee Sang Min, with "Etude-Tableau Op.39 No.9" by S. Rachmaninoff , and the American Kim Yubin, second classified at the piano with " Gaspar de la nuit "by M. Ravel. Both awarded scholarship from Professor Luisa Di Maggio and Vittoria Di Bari Di Cagno.

JURY, STAFF AND BENEFACTORS

Even this year, thanks to the high level of musicians, it has not been simple to award prizes for the Jury, composed of the president Maestro Bruno Canino, the Honorary President Maestro Michael Marvulli, Professor Korean Hyun- Ah Choi, Maestro Russian Pavel Eliashevich, Professor Giovanna Valente and the Maestro Paolo Geminiani, Carlo De Ceglie, Giacomo Colafelice.

The artistic director Paola Sorrentino and the organizing director Maestro Vito Lobefaro both win another challenge.

Excellent the two presenters too, Anna Maria Antonicelli and Alessandra De Rosa, called to translate into English any introduction, and the staff for the attention to all the details and what happens "behind the scenes": Marilena Resta, Marianna Sanapo and Matteo Notarnicola, under the supervision of Mimmo Szost and SIC boys.

The prize amount for the winners of this edition is of 10,000.00 euro. We mention other benefactors, such as Maria Bovio, Michele Cristiano, Anna Donatone, Isa Donvito, Anna Fortunato, Giuseppe Gallo, Francesco Lobefaro, Amalia Lombardo, Antonella Losito, Rosa Mancino, Nella Passiatore, Antonio and Mariangela Polo, Sergio Povia and Giuseppina Ventura.

Thanks to their trust and that of sponsors and the administration - through its highs and lows - and the massive commitment of Lobefaro, this beautiful reality continues to exist and grow. [Photos by Mimmo Castellaneta]

Dalila Bellacicco 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI