Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

INTITOLATA PIAZZA AL NOSTRO DON VITO MAROTTA-foto

intitolato largo a don Vito Marotta a bitritto

intitolato largo a don Vito Marotta a bitritto Il 15 giugno scorso la comunità di Bitritto ha onorato la memoria di Mons. Mariano Magrassi (Vescovo di Bari dal 1977 al 1999) e di Don Vito Marotta (Parroco a Bitritto dal 2008 al 2009) dedicando loro due piazze: Largo Mons. Magrassi (antistante la Chiesa della Trasfigurazione) e Largo Don Vito Marotta (parte di via R. Bonghi). In questo solenne giorno la comunità tutta di Bitritto, a partire dal primo cittadino Giuseppe Giulitto e dal presidente del consiglio comunale Francesco Valente, ha voluto ricordare queste due esemplari figure di Pastori che hanno arricchito non solo la chiesa bitrittese, ma quella dell’intera diocesi di Bari-Bitonto.

Ad ufficiare la Celebrazione Eucaristica è stato il vescovo dell’Arcidiocesi Bari-Bitonto Francesco Cacucci, il quale ha concelebrato insieme ai tanti sacerdoti intitolato largo a don Vito Marotta a bitrittodi questa comunità, al vicario generale della diocesi Mons. Domenico Ciavarella, a don Biagio Lavarra (amico d’infanzia e di seminario di don Vito Marotta) e don Alfonso Giorgio. Mentre prima dello scoprimento della lapide è giunto anche un altro sacerdote gioiese, don Dorino Angelillo.

Nel corso della cerimonia, alla mamma, al papà e al fratello di don Vito, si sono uniti in preghiera anche alcuni amici. Ad iniziare da Enzo Quarto (giornalista Rai e presidente UCSI Puglia), Ciccio Lombardi (curatore insieme agli amici della comunità di Loseto, della pagina Facebook: Ciao don Vito), Antonio Rubino (corrispondente da Bari de L’Avvenire), l’ing. Nino Romano e Andrea Mongelli (forse due degli ultimi amici ad averlo visto in vita).intitolato largo a don Vito Marotta a bitritto

Fra gli interventi, significativo è stato quello di Mons. Cacucci, il quale nel corso dell’omelia ha tratteggiato l’opera e la personalità di don Vito Marotta. Cosa che ha fatto anche don Mimmo Lieggi, parroco della parrocchia Santa Maria di Costantinopoli. Come pure importante è stata la testimonianza portata dal neo governatore pugliese Michele Emiliano (presente in forma privata a Bitritto, perché amico di don Vito ed ex sindaco di Bari, dove il sacerdote ha svolto il suo ministero come parroco di Loseto). [foto Mario Di Giuseppe]

Commenti  

 
#4 Marisa/ 2015-06-19 16:55
X ALDO D.////

NON C'ERO PERCHE' MALATA - non ho neanche visto la festa di San Filippo! Se mi fossi sentita meglio, sarei stata li', anche se non invitata. Ciao Aldo D/
 
 
#3 Aldo D. 2015-06-19 11:39
Per Marisa: E tu perchè non c'eri???
 
 
#2 Donatella 2015-06-19 10:53
Un amico fraterno,un sacerdote molto buono che ha saputo portare avanti le sue sofferenze con molta discrezione.
Se ne andato in silenzio,è salito in cielo per incontrare il suo caro Don Vito Palumbo anche lui morto prematuramente che ha donato tanto agli amici gioiesi.
Ciao Vito
 
 
#1 Marisa/ 2015-06-18 21:10
Una cosa che mi rallegra e mi fa pensare a Don Vito, una persona con un carisma speciale, che ha donato tanto agli amici Gioiesi. Spero che alla funzione religiosa con Mons. CACUCCI, ci sia stato almeno qualche parroco delle nostre chiese. Molti lo hanno dimenticato, ma chi lo ha voluto bene non dimenticherà mai la sua bontà e la sua anima bella. Arrivederci Don Vito. Un caro saluto alla sua famiglia.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI