Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

SAN FILIPPO TRA LA GENTE. PROGRAMMA IMMACOLATA-foto

san-filippo-tra-la-gente

san filippo tra i fedeli “Lunedì 4 maggio il parroco e la comunità, partendo dalla chiesetta, ha portato a passeggio S. Filippo tra le vie del nostro rione, accompagnato da fedeli, tanti bambini, un piccolo coro e da una banda da giro, allestita per l’occorrenza, banda da giro che potremmo chiamare di “cicere fritte”, rifacendoci alla più famosa “di fave bianghe”. Banda da giro, chiamata così, perché accompagna e gira con il Santo tra le stradine del nostro rione, sprigionando una atmosfera di festa. Lo Scopo degli organizzatori è quello che la banda annunci il passaggio del santo, affinché possa essere accolto e festeggiato, nel migliore di modi, dando modo alla gente di dimenticare per un attimo, i problemi quotidiani e farsi trascinare in una atmosfera di festa, cantando e pregando tutti insieme. Ritornando con la memoria in quei tempi quando Padre Filippo passeggiava con i suoi primi ragazzini tra stradine e borghi della Roma povera, trasferendo gioia e piacere.

Buona camminata padre Filippo”, così la gente si rivolgeva al sacerdote Filippo Neri, che così facendo, distoglieva i giovani da carnevalate sfrenate e cattivi pensieri, seguito da un gruppo sempre più numerosofesta chiesa immacolata di persone si avviava cantando “Vanità di Vanità, tutto il mondo e Vanità” e “Preferisco il Paradiso”, in una lunga passeggiata. Filippo aveva una abilità speciale di indurre gli artisti da strada a mettere il loro genio al servizio di Dio, facendo nascere gli oratori musicali.

Pensando a Padre Filippo è nata l’idea della banda di “cicere fritte”, rispondendo così alla crisi economica, dando vita alla prima orchestra di musicisti precari (presi dalla strada e da oratori). Per noi, per i ragazzi, per il coro e maestri di orchestra e musicanti è stato appassionante ritrovarsi a preparare musica e canti che ci riportano indietro nel tempo, quando Pippo Buono li preparava con i suoi ragazzini.

Così facendo abbiamo avvertito il desiderio di recuperare la genuinità delle tradizioni. Non è necessario essere professionisti o avere particolari capacità musicali per cantare e suonare passeggiando in compagnia del Santo per le nostre strade, ma basta saper tenere il ritmo e avere passione per la musica e molta fede. Attraversando le stradine del rione, le catechiste, i catechisti, chierichetti assieme ai fedeli, hanno accompagnato il corteo cantando i brani cari al nostro santo Patrono, per arrivare alla chiesa di S. Antonio dove è stato adagiato su una pedana. E’ stato recitatfedeli immacolata e vescovoo il Santo Rosario e celebrata la Santa messa. Terminato il rito religioso il corteo ha percorso altre strade del rione compiendo un ultimo giro di processione prima di rientrare nella chiesa Immacolata che ospita il santo, sempre cantando e suonando con gioia proprio come quando così faceva Padre Pippo quando in pellegrinaggio passeggiava e toccava le sette chiese (le 4 maggiori e tre minori ). Pellegrinaggio che è diventato consuetudine devozionale, radicata ormai nel sentimento religioso di tutti noi.

“Homo Grande”, lo chiamavano, ma anche il “santo della gioia”, era il sacerdote buffone e scanzonato che si comportava in modo bizzarro, ed è quello che in un certo senso, abbiamo voluto proporre, uscendo dai canoni, con il coro dei bambini dell’oratorio e con la banda di “ cicere fritte”.

Se in Paradiso dovessero mettere su l’orchestra del cielo, S. Filippo potrebbe suonare benissimo uno strumento allegro come il cembalo o forse meglio ancora, uno comico come il fagotto, ma farebbe bsan filippo foto ricordoella figura battendo la fragorosa grancassa cantando e suonando in modo fantastico per il suo Signore”. [foto Mario Di Giuseppe]

Comunità parrocchiale
Chiesa Immacolata di Lourdes

Programma festeggiamenti 500° S. Filippo Parrocchia Immacolata

Sabato 9 maggio, A Pasqua …la sposa: commedia a cura dei ragazzi del neo laboratorio teatrale parrocchiale.
Giovedì 14 maggio: State connessi…se potete! Usi e abusi della rete globale.
Dal 27 aprile al 14 maggio, State in campo…se volete. Torneo di calcio interparrocchiale 2 e 9 Maggio, state insieme…se potete. Palio di S. Filippo: giochi a squadre inter parrocchiale 16 Maggio traslazione dalla chiesa Immacolata in chiesa Madre.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI