Domenica 15 Settembre 2019
   
Text Size

LINGUE LOCALI. GRANDE SUCCESSO PRO LOCO DI PEUCETIA-foto

I-Presidenti-delle-Pro-Loco-di-Peucetia

Stefano Mallardi - Sammichele Oltre trecento persone sono accorse venerdì 16 gennaio alla sala Imperial di Casamassima per l’evento “Dialettando in Peucetia”, uno spettacolo di poesia, prosa e musica, tutto in dialetto, primo frutto della Rete delle Pro Loco di Peucetia che comprende le associazioni turistiche dei Comuni di Acquaviva delle Fonti, Casamassima, Gioia del Colle, Sammichele di Bari e Turi.

La serata è stata l’occasione giusta per presentare alla cittadinanza il progetto della rete fra Pro loco appartenenti al SAC Ecomuseo di Peucetia e che intendono, attraverso strategie condivise di marketing territoriale, promuovere non un singolo comune, ma un pezzo di Puglia che potrebbe in futuro allargarsi all’intera area metropolitana barese.

La scaletta, coordinata dalla Pro Loco Casamassima con la collaborazione di Puglia free flight e de I Musicanti del Paese Azzurro, ha visto esibirsi prima tutti i casamassimesi, poi gli interpreti ed esperti dialettologi accompagnati dalle altre Pro Loco, per finire con gli ospiti provenienti dalla AccademiaAlfredo Giovine” della Città di Bari.

Ha degnamente rappresentato Acquaviva delle Fonti Giovanni Tria che ha recitato meràchele de tand ànne fà, Sammichele di Bari ha avuto la voce di Candido Daresta e Stefano Mallardi con Quànne scrèsce la sère, Na rime de Carnevale e La paròle fàesce assé, tutti componimenti di Daresta, nel dialetto di Turi si è esibito Pasquale Del Re dell’associazione culturale Discjadisce, con i suoi pezzi Nu spècchje andiche, Sperième ca chiòve e Cammenènne, infine Dina Montebello ha letto per Gioia del Colle alcuni suoi testi della tradizione popolare riguardo la ragazza da marito. Le parole sono state scandite dalle note de I Musicanti del Paese Azzurro, gruppo folkloristico casamassimese, che ha suonato vari componimenti appartenenti all’area metropolitana barese con degli sketches esilaranti.

Vincente la spontaneità e la semplicità nel dare vita ad una serata divertente ed emozionaDina Montebello - Gioia del Collente, il successo e l’apprezzamento registrato da parte del pubblico è stato merito della varietà delle persone e delle loro produzioni letterarie, della partecipazione di ospiti di riconosciuto spessore culturale che hanno proposto contenuti di un certo peso con la leggerezza del dialetto, la lingua del cuore.

La “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue locali”, voluta ed istituita tre anni fa dall’UNPLI, potrebbe rivelarsi uno strumento assai utile a sconfiggere la globalizzazione linguistica e riuscire a salvaguardare, testimoniare e conservare il retaggio socio-culturale e linguistico delle nostre origini e tradizioni autoctone.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.