Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

PRESEPE VIVENTE UN SUCCESSO CON MIGLIAIA DI VISITATORI-foto

presepe-vivente-primo-piano

presepe vivente pubblico Giunto alla sua XV edizione, il Presepe Vivente, organizzato dalla Parrocchia della Chiesa Madre, con la collaborazione della Proloco ed il patrocinio del Comune di Gioia del Colle, ha accolto anche quest’anno migliaia di visitatori che hanno sfidato il maltempo e la minaccia dell’imminente arrivo della neve pur di non perdere l’ormai consolidata tradizione del Presepe Vivente nella nostra città.

Il tema di quest’annoDio visita ed educa il suo popolo alla vita buona del Vangelo” è “un tema prezioso visti i sempre più numerosi episodi di intolleranza e violenza che ascoltiamo in TV e viviamo nelle nostre realtà”, ha spiegato la guida.

Il percorso porta alla riscoppresepe vivente grottaerta del rapporto di Dio con il suo popolo, e quindi con noi, prima attraverso le parole dei Profeti, da sempre portavoci degli insegnamenti e dei consigli di Dio, e poi attraverso le parole e i gesti dei suoi missionari che hanno portato gli insegnamenti di Gesù in tutto il mondo.”

Le tre scene scelte dell’Antico Testamento nei personaggi dei profeti Isaia, Geremia e Michea ci invitavano ad essere attenti osservatori della nostra vita e non passivi ed indifferenti spettatori, avvicinandoci a Dio come figli, consapevoli del perdono misericordioso del Padre anche qupresepe vivente scenaando il peccato minaccia il rapporto con Lui, ed infine Michea profetizza il luogo dove nascerà Gesù nell’umile Betlemme, perché Dio sceglie gli ultimi per far nascere suo figlio; dunque anche noi oggi dovremmo essere pronti ad accogliere Gesù mostrando solidarietà e apertura verso gli ultimi, e la scena seguente di Giovanni Battista “umile ambasciatore dell’amore di Dio” - afferma la guida -, è assolutamente emblematica, premessa alla scena madre del presepe - subito dopo il rituale mercato - in cui i tre Magi si inginocchiano al divino nascituro, quindi si prosegue con la scena della Pentecoste in cui i discepoli sono chiamati ad educare al Vangelo.

Santo educatore per apresepe vivente SF Nerintonomasia non poteva mancare il nostro amatissimo Patrono in occasione del cinquecentenario dalla sua nascita: nella scena San Filippo Neri riceve il plauso del Papa per l’opera educativo-caritatevole da lui compiuta attraverso l’istituzione dell’oratorio nei quartieri di Roma. La nomina cardinalizia viene rifiutata da San Filippo che invece decide di proseguire coerentementel’umile e determinato cammino educativo di evangelizzazione.

Il presepe si conclude con un video tratto dall’udienza generale del 18 maggio scorso di Papa Francesco: “Parlare della Chiesa è come parlare della nostra madre, della nostra famiglia. […] Non restringerla ai sacerdoti, ai vescovi, al Vaticano… queste sono parti della Chiesa, ma la Chiesa siamo tutti noi, tutti famiglia, tutti della madre. E la Chiesa è una realtà molto più ampia, che si apre a tutta l’umanità e che non nasce in un laborapresepe vivente scena2torio.”

Al termine del percorso abbiamo incontrato le coordinatrici di questa edizione: Angelica Mastromarino, Rossana Marazia e Marica Girardi che ci hanno illustrato l’organizzazione divisa in responsabili dei vari settori e la partecipazione al presepe stesso di tutti i giovani della parrocchia ed alcuni della Parrocchia dell’Immacolata di Lourdes.

Quest’anno si è sentita molto più la comunità partendo dai ragazzi che hanno realizzato le scenografie fino ad arrivare agli adulti, molti dei quali genitori dei ragazzi stessi, che hanno fatto del loro meglio....” hanno dichiarato le coordinatrici tracciando un bilancio positivo al quale doverosa è la seguente menzione dei responsapresepe vivente un successobili di tutti i settori che hanno guidato la macchina organizzativa dell’evento del Presepe Vivente 2014.

Insieme alle coordinatrici del presepe, hanno contribuito al successo dell’iniziativa i responsabili scenografie: Marilù Vittore e Francesco Donvito, le responsabili scenografie mercato: Virginia Notarnicola e Felicetta Resta, la responsabile guide ed autrice di commenti. Marianna Pavone, i responsabili tecnici luci e suoni: Mattia Angelillo, Luca Pavone e Giuseppe Marazia, il responsabile manifesti, locandine e striscione: Luca Pavone, il servizio d’ordine curato da Nicola Falcone e Giovanna Colacicco e la responsabile dei costumi di scena: Gabriella Tritto. [foto Mario Di Giuseppe e Angela Pasqualicchio]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.